Vuoi scoprire se quanto accaduto rientra in un caso di Malasanità?

Raccontaci il tuo caso

Raccontaci il tuo caso

Rivolgiti direttamente a noi telefonandociinviandoci una email, a mezzo chat oppure compilando il modulo presente nella sezione contatti, descrivendo brevemente il tuo episodio di Malasanità.

Effettueremo primo confronto con esperti medici-legali e specialisti per avere un loro preliminare parere tecnico circa la potenziale sussistenza di colpa medica e, se del caso, provvederemo a chiederti la documentazione medica per approfondire lo studio.

Approfondisci

Ultimata l’analisi preliminare, concorderemo un incontro presso la nostra sede. In alternativa, nel caso in cui lo riteniate preferibile per ragioni di distanza o impedimento, fisseremo un appuntamento telefonico o in video-conferenza.

Il tutto senza alcun impegno e vincolo da parte vostra e, soprattutto, senza richiedervi alcun compenso o rimborso spese.

Se invece dovessimo ritenere che il caso non integra un episodio di Malasanità, vi comunicheremo sinteticamente le motivazioni che hanno portato i professionisti ad escludere la sussistenza di colpa medica senza alcun tipo di onere per voi.


La perizia medico-legale

La perizia medico-legale

Qualora noi ed i nostri consulenti dovessimo ritenere il caso fondato, verrà predisposta un’esaustiva perizia medico-legale da far valere ai fini del risarcimento danno nei confronti dei soggetti in capo ai quali si ritiene ravvisabile la colpa medica.

Anche per tale ulteriore attività, non verrà richiesto alcun anticipo sugli onorari dei professionisti coinvolti nella predisposizione della perizia.


L'azione risarcitoria

L'azione risarcitoria

Penseremo a tutto noi. Contesteremo i profili di responsabilità al medico e/o alla struttura ospedaliera ritenuti responsabili, quantificheremo l’ammontare del danno e intavoleremo con gli stessi soggetti (o con le correlate compagnie assicurative) le idonee trattative per raggiungere un accordo risarcitorio.

Al contempo, vi terremo tempestivamente e costantemente aggiornati sull’evoluzione della pratica, prospettandovi tutte le strade astrattamente percorribili a seconda del caso ma sarete voi a decidere, di volta in volta, l’alternativa che ritenete preferibile.

Approfondisci

Solo nel caso in cui non dovessimo pervenire ad un accordo transattivo (ad esempio perchè la controparte rifiuta di riconoscere la propria responsabilità) potrete decidere di procedere in sede di mediazione ovvero con un ricorso ex art. 696 bis c.p.c., ossia un procedimento per accertamento tecnico preventivo a fini conciliativi.

Questa procedura non consiste in un processo ordinario la cui durata non è preventivabile (e comunque dura alcuni anni), ma in un più snello e rapido procedimento in cui il Tribunale nomina un Consulente Tecnico d’Ufficio (ossia un perito con competenze medico-legali) il quale, studiato il caso, deposita la propria relazione nella quale determina o meno la sussistenza di responsabilità medica in capo ai soggetti coinvolti. Il tutto nell’arco di pochi mesi.


Ottenere giustizia

Ottenere giustizia

All’esito delle trattative stragiudiziale o del procedimento di mediazione o dell’accertamento tecnico preventivo, vi assisteremo nella fase di chiusura del contenzioso con la controparte fino a quando avrete ottenuto il giusto risarcimento.

Solo una volta che avrete percepito il risarcimento di quanto vi spetta, provvederete a rimborsare le competenze dei professionisti che vi hanno assistito che sono parametrate all’importo del risarcimento sulla base di un incarico precedentemente conferitoci.

Malapraxis, al tuo fianco contro la Malasanità